MENU ×

Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma

Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma


Il miglior servizio dalla scelta al montaggio
E’ buona norma eseguire sempre i controlli periodici sulla caldaia, si sa. Non solo per evitare di incappare in multe per i trasgressori, ma anche e soprattutto per garantire l’efficienza del nostro prodotto.
Infatti, una caldaia malfunzionante e che non viene riparata può causare problemi su vari livelli: dalle fastidiose perdite d’acqua alla dispersione di fumi nocivi.
Cosa fare se il danno non può essere riparato? O se l’apparecchio che abbiamo è vecchio, poco competitivo, crea sprechi di energia?
Bisogna rivolgersi al servizio Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma, per farci consigliare nell’acquisto, scegliere il nostro nuovo modello e ricevere assistenza per il montaggio.

Quale modello acquistare per l’Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma

Va detto anzitutto che, da circa tre anni, i modelli tradizionali di caldaie non vengono più prodotti e installati.
Gli unici concessi sono quelli a condensazione, particolarmente vantaggiosi dal punto di vista energetico: il vapore dei fumi infatti, viene ricondotto nella caldaia, che riesce ad “estrarre” ulteriore calore da quei prodotti di scarto.
Quando viene esaurito il loro potere termico, i fumi vengono eliminati dall’impianto.
Questo è il primo elemento di risparmio che si può applicare al costo dell’Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma.
Le tipologie però, sono numerose. Vediamo le più importanti e diffuse per aiutarti a scegliere.


La prima scelta da operare è legata al luogo di Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma. Possiamo avere due scenari:
Camera aperta: questo modello deve essere collocato o all’esterno dell’edificio, o in un’area provvista di adeguata ventilazione. Questa norma è necessaria date che l’aria viene convogliata (con tiraggio naturale) all’interno della caldaia direttamente dall’ambiente. Le scorie vengono quindi condotte ad un tubo di scarico che porta al comignolo
Camera chiusa: in questo modello, l’aria da riscaldare viene prelevata attraverso un tubo che dà sull’esterno dell’abitazione o dell’attività; lo stesso tubo porta all’esterno l’aria inquinata dalle scorie di combustione. Il modello a camera chiusa (o stagna) protegge completamente la fiamma, ed è possibile installarlo anche all’interno delle abitazioni. Il tiraggio di questo modello è forzato, con l’aria che viene “aspirata” nell’apparecchio
La seconda riguarda il tipo di combustibile impiegato dalla caldaia per funzionare. I principali sono:
Caldaie a gasolio: i modelli attuali sono molto più sicuri e silenziosi di quelli più vecchi. Sono meglio isolate grazie alle coperture in ghisa, disperdono meno calore e meno energia.
Caldaia a pellet: si sono diffuse negli ultimi anni. Sono alimentate da un biocombustibile (o biomassa, ricavato da ritagli di legname), costituito da palline, barrette o piccole sfoglie che vengono bruciate dalla stufa. L’eliminazione dei fumi è obbligata, dunque possono essere installate con maggiore libertà nelle varie stanze. Il sistema è diventato popolare negli ultimi anni per via di tre caratteristiche molto vantaggiose: la prima è che le caldaie a biomassa sono caloricamente molto competitive (cioè il rapporto tra combustibile bruciato ed energia prodotta è vantaggioso), la seconda è che il combustibile è sicuro ed ecologico (verrebbe altrimenti smaltito come un rifiuto), la terza è che la sicurezza è ormai divenuta praticamente totale.
Caldaie policombustibile: uniscono i vantaggi di tutti i combustibili, permettendo di scegliere di volta in volta cosa utilizzare per il riscaldamento. Alcuni modelli sono dotati anche di un bruciatore per il gasolio.
Caldaie elettriche: anziché tramite combustione, le caldaie elettriche producono energia riscaldando l’acqua con la corrente. Se collegate ad un impianto ecologico, come il fotovoltaico, possono essere considerate a zero emissioni, estremamente rispettose dell’ambiente. Hanno anche il vantaggio di non aver bisogno di grande manutenzione specifica, essendo semplicemente collegate alla rete elettrica. Tieni conto dei costi di utilizzo, delle bollette e delle eventuali modifiche all’impianto elettrico e al contratto di fornitura dell’energia se vuoi installare questo modello durante l’Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma.
Il tecnico che farà il sopralluogo a casa prima dell’Installazione Caldaie Junkers  Bosch Roma ti mostrerà tutti i modelli, spiegandoti nel dettaglio ogni caratteristica saliente per aiutarti a decidere quale sia il modello più vantaggioso per te e per la tua famiglia.
Ovviamente i diversi modelli hanno costi differenti. Tieni a mente, però, che una caldaia energeticamente competitiva ripaga in pochi anni della spesa maggiore che si sostiene per installarla.

Cosa pretendere dall’Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma
Ci sono molti fattori da tenere a mente quando si sceglie il servizio di installazione caldaie al quale rivolgersi.
Il primo è la sicurezza. Nessun lavoro, in casa o fuori, può essere svolto se mancano le adeguate misure di sicurezza, sia per l’ambiente in cui si lavora, sia per gli operai, sia per gli abitanti dello stabile.
Purtroppo le norme di sicurezza vengono spesso sottovalutate o aggirate, ma sono state pensate per difendere le cose e le persone, non per capriccio!
Pretendi di ricevere un servizio di Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma che punti anzitutto sulla sicurezza.
Poi, la competenza. I tecnici di Installazione Caldaie Junkers Bosch Roma seguono periodici corsi di aggiornamento, per studiare sempre i nuovi modelli e poter meglio consigliare il proprietario durante la scelta del prodotto. Essere aggiornati sulle novità è importante anche e soprattutto in caso di manutenzione: ogni modello può infatti incorrere in guasti peculiari, più frequenti per la propria tipologia: un tecnico esperto, anche dopo l’Installazione Caldaie Bosch Roma, saprà come intervenire perfettamente su ogni prodotto.
Poi devi essere certo che, alla fine dell’intervento, ti vengano forniti due oggetti importantissimi: l’etichetta energetica (indica la classe di appartenenza della caldaia) e il libretto della caldaia (la sua carta d’identità, verrà aggiornato progressivamente con tutti gli interventi di manutenzione).
Questi due oggetti ti consentiranno di accedere agevolmente ai servizi post-vendita e successivi all’ Installazione Caldaie Junkers  Bosch Roma.

Come risparmiare per l’Installazione Caldaie Bosch Roma
Da anni ormai il governo emette, a fine anno, un documento in cui sono inclusi sgravi fiscali e detrazioni sui costi di installazione di prodotti energeticamente competitivi per l’edilizia.
Dovendo combattere l’inquinamento e lo spreco energetico, si offre di restituire al proprietario una percentuale del costo sostenuto per l’intervento, per invogliare i cittadini a scegliere prodotti e migliorie che non puntino solo all’estetica ma anche al risparmio.
I due bonus richiedibili sono:
detrazione del 50% per ristrutturazione e recupero del patrimonio edilizio (limite 96.000 euro)
detrazione del 65% per interventi di riqualificazione energetica; se opterai per una caldaia a condensazione di classe energetica A o superiore, dopo l’Installazione Caldaie Bosch Roma potrai approfittare di questo bonus
i due bonus non sono cumulabili.
Entrambi verranno restituiti al cittadino spalmati lungo dieci anni dal momento della richiesta.